lunedì 14 aprile 2014

Recensione: Lo specchio di Ant Sacco


Nei brevi racconti che compongono questo libro, la cosa che emerge con più evidenza è la bravura dell’autrice di affrontare argomenti diversi con la stessa disincantata e lucida capacità narrativa. Che si tratti dell’istantanea di un amore complesso, della suggestione data dall’osservazione della Luna o di un gatto, dai ricordi contenuti in una vecchia lettera ritrovata per caso, quello che si respira sempre è il paradosso della condizione umana. Un misto di riflessioni personali e spesso originali sui tic e le manie comportamentali che la quotidianità o, al contrario, gli eventi meno consueti e talvolta estremi, fanno emergere nei vari personaggi che popolano queste pagine. Figure nelle quali è facile trovare frammenti di noi stessi, riflessi in uno specchio impietoso.