domenica 20 aprile 2014

Novità in ebook: Risky lovin' di Emily Susan Bell

Risky lovin'
Autore: Emily Susan Bell

Formato: Kindle
Pag. 146
Prezzo 1,99 €

Link per l'acquisto


Da poco su amazon il romanzo d'esordio di questa misteriosa scrittrice.






Sinossi

«Allora, raccontami tutto di questo Ethan», Nicole siede sul bordo della sedia e tamburella con le dita sul tavolo per l’impazienza. 
«Cosa ti devo raccontare?» Rispondo volutamente svagata. 
«Buongiorno. Cosa vi porto?» La cameriera si avvicina sorridendo. 
«Per me un caffè e una ciambella», cinguetto. 
«Io prendo solo un caffè, grazie», ribatte Nicole. 
Appena la cameriera si allontana mi apostrofa:«Da quando ti conosco non ti ho mai e dico mai sentito ordinare una ciambella! Hai sempre detto che quella roba unta ti dà il voltastomaco» 
«Diciamo che in questi giorni sto bruciando molte energie, perciò posso concedermi anche qualche piccolo peccato di gola», rispondo sorniona. 
«Adesso smettila e raccontami tutto, dall’inizio. Chi è, che lavoro fa, è separato o celibe, insomma, tutto». 
Resto interdetta. In verità non so rispondere a nessuna di queste domande. Cioè, so che si chiama Ethan e che non è sposato, almeno credo, ma il resto? 
Nicole coglie la mia incertezza e ne approfitta per calare l’asso:«Tu hai fatto sesso con un perfetto sconosciuto? E gli hai fatto pure conoscere i bambini?» 
«Non è uno sconosciuto! Ci eravamo già incontrati un paio di volte. Mi aveva pure regalato delle scarpe costose». Protesto. 
«È pure peggio! Pensaci, chi è che riceve regali dagli sconosciuti, eh? Eh?», mi parla come si fa con i bambini testardi, «Tu non lo conosci. Punto. Magari è un pazzo che si finge l’uomo perfetto e poi, quando meno te l’aspetti…zac!» Fa un gesto inquietante con il cucchiaino del caffè. 
Mi è passata la fame e lo stomaco mi si attorciglia in deliziosi fiocchetti. 
«Eppure dovrebbe esserti bastata l’esperienza con Alex» 
Vai con la bastonata finale. 
«Con Alex è stato diverso. Ero giovane», mi difendo debolmente. 
«Emma, avevi qualche anno in meno di ora, non venti». 
«Sì, ma ero giovane dentro».