lunedì 14 aprile 2014

Recensione: La segretaria dell'anima... Poiché l'amicizia è l'anticamera dell'amore di Salvatore Savasta


La storia di Ludovico e Martina assomiglia a una favola moderna, ambientata nello spietato mondo della moda e dell’alta finanza. La vicenda di un uomo trasformato dall’amore, che scopre la forza dei sentimenti dove prima c’era posto solo per la carriera e il lavoro. Ma non c’è lieto fine, quando tutto sembra andare per il meglio, la tragicità della vita irrompe nella storia. Particolarmente interessanti i capitoli in cui il protagonista analizza la sua vita passata, l’uomo che era e quello che è diventato, soprattutto grazie alla sua “segretaria dell’anima”, in un flusso di coscienza e di pensieri dai quali emerge l’opinione dell’autore sui sentimenti e sull’esistenza in generale. Un bell’esordio per Salvatore, aspettiamo conferme.