martedì 20 giugno 2017

Recensione: Cocktail d’autore di AA.VV.


Libricity Group è una community letteraria attiva su vari social media: facebook, twitter, Google+, wordpress ecc.
Per spiegarne la “mission” copio direttamente dal sito/blog del gruppo:

Libricity Group nasce da un’idea di J. Oscar Lufuluabo e si prefigge di idealizzare la “Città del Libro”.
Città – intesa come agglomerato organizzato di condivisione socio-culturale – che delimita i propri confini con servizi e infrastrutture.
Consapevoli che nel mondo editoriale, come nella vita reale, le periferie si ergono laddove i servizi scarseggiano, il nostro obiettivo principale è quello di evidenziare tali zone sommerse, ampliando la visibilità dei tanti autori emergenti che stentano a raggiungere il pubblico.
Quale modo migliore, per sopperire a tale deficit, se non con l’aiuto dei lettori? Vogliamo che siano loro il nostro mezzo di propagazione. Fin dove avranno intenzione di spingersi, lì arriveranno i nostri confini.
In conclusione, a chi si rivolge LibriCity Group?
Tanto ai lettori quanto agli scrittori. A chi ha voglia di scoprire e a chi vuole farsi scoprire.

Con queste premesse la community ha realizzato l’ebook Cocktail d’autore, una raccolta di dieci racconti scelti da un comitato di lettura fra quelli inviati per la valutazione, comitato che, secondo me, ha fatto un ottimo lavoro: il livello dei racconti è molto buono, la varietà dei generi può incontrare il gusto di ogni lettore, si va dallo storico alla narrativa contemporanea, al giallo, al fantasy.
Oltre che a congratularmi con gli scrittori selezionati faccio i miei complimenti allo staff di Libricity per questa antologia che ritengo valida come assaggio e invito ad approfondire la conoscenza di autori meno conosciuti. Oltretutto viene distribuita in maniera gratuita, quindi non ci sono scuse per non leggerla.